(ANSA) – ROMA, 31 LUG – Dopo il decreto Semplificazioni che
impedisce alle amministrazioni locali di vietare gli impianti di
tlc, il comune di Vicenza ha revocato l’ordinanza che congelava
l’installazione di infrastrutture 5G, perché “questa novità
legislativa espone i Comuni a sicuri contenziosi da parte delle
compagnie telefoniche”. Lo ha detto il sindaco di Vicenza,
Francesco Rucco, secondo quanto riportato stamani dal Giornale
di Vicenza.
    “Il governo ci mette a rischio contenziosi, e ora abbiamo
solo la possibilità di intervenire attraverso il Piano antenne
già adottato da questa amministrazione, in merito ai luoghi in
cui potrà essere previsto il posizionamento di antenne e
ripetitori”, ha dichiarato Rucco. “In ogni caso proseguiremo il
confronto con Arpav e Ulss per avere effettiva certezza che il
5G non provochi danni alla salute pubblica”. (ANSA).
   

fonte: ANSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *