(ANSA) – ROMA, 11 OTT – Il mercato dei personal computer
mette a segno la crescita più consistente degli ultimi sette
anni. Nel terzo trimestre le consegne mondiali di pc sono
infatti aumentate del 4,7%, a quota 70,9 milioni di unità. Lo
affermano gli analisti di Canalys, secondo cui si tratta
dell’incremento più alto dal primo trimestre 2012, quando si
registrò un +5,4%. I dati preliminari, tuttavia, non vedono gli
analisti concordi: secondo gli esperti di Idc le consegne si
sono attestate a 70,4 milioni di unità, con una crescita del 3%
su base annua, mentre stando a Gartner i volumi si sono fermati
a 68,1 milioni, pari a un +1,1%.
    Gli analisti concordano nell’indicare l’aggiornamento dei
computer al sistema Windows 10 come un elemento chiave della
crescita. A livello geografico, l’incremento delle consegne è
stato più marcato in Giappone (tra il +55 e il +63% stando ai
dati), per via del prossimo aumento dell’imposta sui consumi e
per la necessità di potenziare l’infrastruttura IT in vista
delle Olimpiadi di Tokyo 2020.
    Tra le aziende, gli analisti collocano al primo posto Lenovo,
con una quota di mercato compresa tra il 24,4 e il 24,7%.
    Seguono HP, stimata tra il 22,4 e il 23,8%, e Dell, tra il 16,6
e il 17,1%. Fuori dal podio si piazza Apple, con circa 5 milioni
di computer venduti e una market share tra il 7,1 e il 7,6%.
    Quinta è Acer, con una quota tra il 6,2 e il 6,9%.
   

fonte: ANSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *