(ANSA-AP) – ROMA, 11 GIU – Le pressioni del governo Usa
pesano sulle vendite di Huawei, che rinvia l’obiettivo di
diventare il primo costruttore mondiale di smartphone. Il
sorpasso di Samsung era atteso alla fine di quest’anno, ma
circostanze “inattese” hanno cambiato le carte in tavola, e ora
per agguantare la medaglia d’oro “servirà un po’ più di tempo”.
    Lo ha detto il chief strategy officer di Huawei, Shao Yang,
parlando al Ces in corso a Shanghai.
    “Se non avessimo incontrato nulla di inaspettato, saremmo
diventati il numero uno al mondo entro il quarto trimestre”, ha
affermato Shao. “Ma ora dobbiamo aspettare ancora un po’ per
raggiungere questo obiettivo”, ha dichiarato senza riferirsi
direttamente al presidente Usa Donald Trump né alla guerra
commerciale in corso tra gli Stati Uniti e la Cina.
    Secondo gli analisti di Gartner, ne primo trimestre 2019
Samsung ha venduto 71,6 milioni di smartphone, Huawei 58,4
milioni e Apple 44,56 milioni. (ANSA-AP).
   

fonte: ANSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *